progettazione acustica - isolamento acustico - insonorizzazione industriale

La progettazione acustica: applicazioni di una disciplina a servizio delle industrie e dell'edilizia civile

L'acustica

L'acustica è una branca della fisica che studia il suono, le sue cause, la sua propagazione e la sua ricezione.

In particolare occorre prestare particolare attenzione in ambienti che devono avere particolari caratteristiche acustiche.

Quali auditorium e teatri e negli ambienti particolarmente rumorosi.


La progettazione acustica nell'edilizia civile

progettazione acusticaNell'edilizia civile la disciplina della progettazione acustica studia come si propaga il suono da un ambiente all'altro e calcola il giusto grado di isolamento acustico in relazione alle caratteristiche fisiche degli elementi dell'edificio che dividono le stanze, i diversi piani e, in generale, l'ambiente esterno da quello interno.

Nella progettazione acustica di particolari ambienti, come teatri, auditorium e sale d'incisione, è necessario l'intervento di consulenti acustici altamente specializzati in grado di eseguire simulazioni computerizzate per ottenere il migliore risultato geometrico per la propagazione del suono.



La progettazione acustica per l'insonorizzazione industriale

progettazione acustica: insonorizzazione industrialeLa progettazione acustica non trova applicazione esclusivamente in ambito civile, ma anche in quello industriale.

Spesso le industrie presentano processi produttivi particolarmente rumorosi.

In questi casi è indispensabile controllare la propagazione del rumore mediante interventi di insonorizzazione industriale, valutati con una corretta analisi di progettazione acustica.



Il protocollo della progettazione acustica

In tutti i casi in cui si rivela necessario uno studio di progettazione acustica, è fondamentale che venga rispettato un protocollo al fine di valutare correttamente gli interventi più opportuni e di dimensionare correttamente i dispositivi di assorbimento-isolamento acustico.

Per prima cosa, cioè, dovranno essere identificate le sorgenti di rumore; successivamente, tenendo in considerazione gli ingombri strutturali ed impiantistici esistenti, si dovranno valutare diverse ipotesi di intervento, fino alla definizione di un progetto specifico di insonorizzazione.

Una progettazione acustica eseguita a regola d'arte, deve infine prevedere il collaudo e la verifica dei risultati ottenuti con gli interventi messi a punto.




Abbiamo dedicato una sezione alla presentazione delle migliori aziende italiane che si occupano di progettazione acustica »
Consultando questa sezione troverai sia la descrizione delle ditte e della loro attività, sia esempi pratici di interventi da loro eseguiti.

Se, invece, desideri informazioni su un'esperienza diretta riguardante la progettazione acustica, visita la pagina dei case history»
Matis Insonorizzazioni
Matis Insonorizzazioni Srl

operiamo con esperienza nel settore della progettazione acustica eseguendo interventi di isolamento acustico, insonorizzazione industriale, trattamenti ambientali, realizzazioni di auditorium, sale d'incisione e teatri.


Per informazioni chiamaci
dal lunedì al venerdì



Tel. 0522 90.03.21

oppure visita il sito
www.matisinsonorizzazioni.com


progettazione acustica: auditorium di Terni

esempi di progettazione acustica
di Matis Insonorizzazioni

progettazione acustica: una piscina















NEWS

  • Dissesto idrogeologico, oltre 1 miliardo di euro per 69 interventi
    21/11/2014 - Oltre un miliardo di euro per 69 interventi per la sicurezza nelle città metropolitane in altre città delle regioni a statuto speciale. Sono questi i numeri complessivi del pacchetto di interventi per ridurre il rischio allagamenti e frane nelle più grandi città italiane e le rispettive aree metropolitane, presentato ieri dalla task force del Governo #Italiasicura.   Per Roma, Milano, Napoli, Torino, Bari, Firenze, Bologna, Genova, Reggio Calabria, e per Cagliari, Messina, Palermo e Catania, il Governo utilizzerà una corsia preferenziale che prevede un finanziamento da 590 milioni di euro chiesto alla Banca Europea per gli Investimenti (BEI) e sostenuto dalla garanzia dei 110 milioni di euro stanziati dal DL Sblocca Italia.   Questi fondi consentiranno l’avvio del primo stralcio del Piano nazionale 2014-2020 contro il dissesto idrogeologico, presentato ieri a Palazzo Chigi dal coordinatore della task force ..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)
  • '1000 Cantieri per lo Sport', dal 24 novembre le domande
    21/11/2014 – A partire dalle ore 10.00 del 24 novembre Comuni e Province potranno inoltrare le domande per ottenere mutui a tasso zero per la realizzazione o la ristrutturazione di spazi sportivi scolastici.     Le domande dovranno essere inoltrate tramite posta elettronica certificata e secondo le modalità spiegate sul sito dell’Istituto per il Credito Sportivo. In tal modo si renderà operativa la prima fase del più ampio progetto ‘1000 Cantieri per lo Sport’ il piano nato dalla collaborazione tra Presidenza del Consiglio, Associazione Nazionale Comuni Italiani, Unione delle Province d’Italia e Istituto per il credito sportivo (ICS) per incentivare la manutenzione, ristrutturazione o costruzione di impianti sportivi, prima scolastici e in un secondo momento per quelli base, attraverso un fondo di 150 milioni di euro per mutui a tasso zero.   Ciò è stato reso possibile grazie all’ICS che..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)
  • Rinnovabili, al via la riduzione volontaria degli incentivi
    21/11/2014 – E' stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 6 novembre 2014  sulla rimodulazione degli incentivi per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili diverse dal fotovoltaico. Il decreto, in attuazione dell'art.1 del DL Destinazione Italia, da la possibilità di rimodulare volontariamente gli incentivi; in pratica i possessori di impianti di produzione elettrica da fonti rinnovabili non fotovoltaiche che percepiscono incentivi sotto forma di certificati verdi o tariffe omnicomprensive potranno prolungare di sette anni il periodo di incentivazione a fronte di un ribasso dell’incentivo attuale proporzionale al periodo di diritto residuo .   Il valore del nuovo incentivo, con una specifica percentuale di riduzione a seconda che si tratti di certificati verdi o tariffa omnicomprensiva, si determina attraverso la formula presente nell'allegato al decreto.    Chi no..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)
  • Regione Puglia, il Piano Casa sarà prorogato al 31 dicembre 2015
    21/11/2014 - Via libera della Commissione Urbanistica del Consiglio regionale pugliese alla proroga al 31 dicembre 2015 del Piano Casa, in scadenza a fine 2014.   Dopo il via libera definitivo alle legge, sarà dunque possibile usufruire per un ulteriore anno delle ‘misure straordinarie e urgenti a sostegno dell’attività edilizia e per il miglioramento della qualità del patrimonio edilizio residenziale’ stabilite dalla LR 14/2009.   “La proroga dei termini per gli interventi di ampliamento e ristrutturazione degli edifici esistenti - ha detto Salvatore Negro (Udc) primo firmatario del ddl - è finalizzata a portare una nuova boccata di ossigeno al settore edile e all’economia della Puglia, soprattutto in un momento di crisi come quello attuale in cui i permessi di costruire sono crollati fino al 90%”.   “La bontà della proroga - hanno aggiunto Erio Congedo e Luigi Mazzei (FI) - è am..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)