progettazione acustica - isolamento acustico - insonorizzazione industriale

La progettazione acustica: applicazioni di una disciplina a servizio delle industrie e dell'edilizia civile

L'acustica

L'acustica è una branca della fisica che studia il suono, le sue cause, la sua propagazione e la sua ricezione.

In particolare occorre prestare particolare attenzione in ambienti che devono avere particolari caratteristiche acustiche.

Quali auditorium e teatri e negli ambienti particolarmente rumorosi.


La progettazione acustica nell'edilizia civile

progettazione acusticaNell'edilizia civile la disciplina della progettazione acustica studia come si propaga il suono da un ambiente all'altro e calcola il giusto grado di isolamento acustico in relazione alle caratteristiche fisiche degli elementi dell'edificio che dividono le stanze, i diversi piani e, in generale, l'ambiente esterno da quello interno.

Nella progettazione acustica di particolari ambienti, come teatri, auditorium e sale d'incisione, è necessario l'intervento di consulenti acustici altamente specializzati in grado di eseguire simulazioni computerizzate per ottenere il migliore risultato geometrico per la propagazione del suono.



La progettazione acustica per l'insonorizzazione industriale

progettazione acustica: insonorizzazione industrialeLa progettazione acustica non trova applicazione esclusivamente in ambito civile, ma anche in quello industriale.

Spesso le industrie presentano processi produttivi particolarmente rumorosi.

In questi casi è indispensabile controllare la propagazione del rumore mediante interventi di insonorizzazione industriale, valutati con una corretta analisi di progettazione acustica.



Il protocollo della progettazione acustica

In tutti i casi in cui si rivela necessario uno studio di progettazione acustica, è fondamentale che venga rispettato un protocollo al fine di valutare correttamente gli interventi più opportuni e di dimensionare correttamente i dispositivi di assorbimento-isolamento acustico.

Per prima cosa, cioè, dovranno essere identificate le sorgenti di rumore; successivamente, tenendo in considerazione gli ingombri strutturali ed impiantistici esistenti, si dovranno valutare diverse ipotesi di intervento, fino alla definizione di un progetto specifico di insonorizzazione.

Una progettazione acustica eseguita a regola d'arte, deve infine prevedere il collaudo e la verifica dei risultati ottenuti con gli interventi messi a punto.




Abbiamo dedicato una sezione alla presentazione delle migliori aziende italiane che si occupano di progettazione acustica »
Consultando questa sezione troverai sia la descrizione delle ditte e della loro attività, sia esempi pratici di interventi da loro eseguiti.

Se, invece, desideri informazioni su un'esperienza diretta riguardante la progettazione acustica, visita la pagina dei case history»
Matis Insonorizzazioni
Matis Insonorizzazioni Srl

operiamo con esperienza nel settore della progettazione acustica eseguendo interventi di isolamento acustico, insonorizzazione industriale, trattamenti ambientali, realizzazioni di auditorium, sale d'incisione e teatri.


Per informazioni chiamaci
dal lunedì al venerdì



Tel. 0522 90.03.21

oppure visita il sito
www.matisinsonorizzazioni.com


progettazione acustica: auditorium di Terni

esempi di progettazione acustica
di Matis Insonorizzazioni

progettazione acustica: una piscina















NEWS

  • Bocciata la riduzione dell'Iva al 4% su ristrutturazioni ed ecobonus
    23/10/2014 - Bocciata l’Iva al 4% per chi usufruisce dei bonus per le ristrutturazioni e la riqualificazione energetica, e bocciata anche la cancellazione dell’obbligo di affittare a canone concordato le case acquistate con la deduzione Irpef del 20%.   Non hanno passato l’esame della Ragioneria dello Stato queste (e molte altre) modifiche apportate dalla Commissione Ambiente della Camera al ddl di conversione del DL Sblocca Italia.   Le osservazioni della Ragioneria sono state trasmesse ieri sera alla Commissione Bilancio che le ha recepite nel proprio parere; oggi il testo del ddl torna in Commissione Ambiente per le modifiche e poi va in Aula per l’approvazione. Il Governo chiederà la fiducia sul testo modificato.   Ricordiamo che nella tarda serata del 17 ottobre scorso la Commissione Ambiente aveva deciso di applicare l’Iva al 4% (anziché al 10% o al 22%) ai lavori che fruiscono delle detrazioni del 50% per le rist..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)
  • Inbar: la nuova legge urbanistica tuteli l'ecosistema ambientale
    23/10/2014 - Al fine di innovare e incrementare la qualità del territorio, integrando le diverse politiche pubbliche di settore, la tutela dell’ecosistema ambientale è la direttrice da seguire nel rivisitare la legge urbanistica, risalente al ben lontano 1942. Quello che conta è infatti la qualità della vita degli abitanti nel quadro di un nuovo assetto socio-territoriale.   È questo il senso del contributo dell’Istituto Nazionale di Bioarchitettura (Inbar), presieduto dall’Arch. Giovanni Sasso, al disegno di legge “Principi in materi di politiche pubbliche territoriali e trasformazione urbana”, inviato al Ministero delle Infrastrutture.   Secondo l’Inbar, il testo si limita troppo a disciplinare aspetti particolari e normativi attinenti ad esempio ai diritti, specie di proprietà, o alla fiscalità, mentre è necessaria una visione organica sugli usi e la gestione del territorio mo..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)
  • Appalti centralizzati, l'Anci spiega come funzioneranno
    23/10/2014 – In vista dell’obbligo di appalti centralizzati per i Comuni non capoluogo, l’Associazione nazionale comuni italiani (ANCI) ha messo a disposizione una scheda di sintesi per gli enti locali che dal 2015 avranno a che fare con le nuove procedure.   I Comuni non capoluogo con popolazione superiore a 10 mila abitanti, potranno affidare autonomamente i lavori di importo inferiore a 40 mila euro. Per i lavori di valore superiore dovranno invece avvalersi di un “modulo di acquisizione aggregata”, ad esempio creando una unione di Comuni oppure rivolgendosi ai Soggetti aggregatori, alla Stazione Unica Appaltante presso la Provincia, o ancora stipulando un accordo con altri Comuni non capoluogo.   Per quanto riguarda i beni e i servizi, la differenza sarà determinata dalle procedure telematiche. Solo gli acquisti mediante strumenti informatici potranno essere effettuati autonomamente, a prescindere dal fatto che l’importo de..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)
  • Bonus 20% per chi compra una casa: salta l'obbligo di affittarla
    22/10/2014 - La Commissione Ambiente della Camera ha modificato l’articolo 21 del decreto Sblocca Italia (DL 133/2014) relativo alla deduzione del 20% dall’Irpef delle spese di acquisto di una casa.   La formulazione originaria della norma prevedeva una deduzione dal reddito del 20%, fino ad un massimo di spesa di 300mila euro, delle spese sostenute tra il 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2017, per l’acquisto di case nuove o la ristrutturazione di case esistenti in classe energetica A o B.   L’agevolazione era però concessa a condizione che la casa venisse affittata a canone concordato per almeno 8 anni.   La Commissione Ambiente della Camera ha cancellato l’obbligo di affittare l’immobile a canone concordato per almeno 8 anni e ha ricompreso nell’agevolazione anche gli immobili oggetto di interventi di restauro e risanamento conservativo.   Di contro però, l’agevolazione è stata limita..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)