progettazione acustica - isolamento acustico - insonorizzazione industriale

La progettazione acustica: applicazioni di una disciplina a servizio delle industrie e dell'edilizia civile

L'acustica

L'acustica è una branca della fisica che studia il suono, le sue cause, la sua propagazione e la sua ricezione.

In particolare occorre prestare particolare attenzione in ambienti che devono avere particolari caratteristiche acustiche.

Quali auditorium e teatri e negli ambienti particolarmente rumorosi.


La progettazione acustica nell'edilizia civile

progettazione acusticaNell'edilizia civile la disciplina della progettazione acustica studia come si propaga il suono da un ambiente all'altro e calcola il giusto grado di isolamento acustico in relazione alle caratteristiche fisiche degli elementi dell'edificio che dividono le stanze, i diversi piani e, in generale, l'ambiente esterno da quello interno.

Nella progettazione acustica di particolari ambienti, come teatri, auditorium e sale d'incisione, è necessario l'intervento di consulenti acustici altamente specializzati in grado di eseguire simulazioni computerizzate per ottenere il migliore risultato geometrico per la propagazione del suono.



La progettazione acustica per l'insonorizzazione industriale

progettazione acustica: insonorizzazione industrialeLa progettazione acustica non trova applicazione esclusivamente in ambito civile, ma anche in quello industriale.

Spesso le industrie presentano processi produttivi particolarmente rumorosi.

In questi casi è indispensabile controllare la propagazione del rumore mediante interventi di insonorizzazione industriale, valutati con una corretta analisi di progettazione acustica.



Il protocollo della progettazione acustica

In tutti i casi in cui si rivela necessario uno studio di progettazione acustica, è fondamentale che venga rispettato un protocollo al fine di valutare correttamente gli interventi più opportuni e di dimensionare correttamente i dispositivi di assorbimento-isolamento acustico.

Per prima cosa, cioè, dovranno essere identificate le sorgenti di rumore; successivamente, tenendo in considerazione gli ingombri strutturali ed impiantistici esistenti, si dovranno valutare diverse ipotesi di intervento, fino alla definizione di un progetto specifico di insonorizzazione.

Una progettazione acustica eseguita a regola d'arte, deve infine prevedere il collaudo e la verifica dei risultati ottenuti con gli interventi messi a punto.




Abbiamo dedicato una sezione alla presentazione delle migliori aziende italiane che si occupano di progettazione acustica »
Consultando questa sezione troverai sia la descrizione delle ditte e della loro attività, sia esempi pratici di interventi da loro eseguiti.

Se, invece, desideri informazioni su un'esperienza diretta riguardante la progettazione acustica, visita la pagina dei case history»
Matis Insonorizzazioni
Matis Insonorizzazioni Srl

operiamo con esperienza nel settore della progettazione acustica eseguendo interventi di isolamento acustico, insonorizzazione industriale, trattamenti ambientali, realizzazioni di auditorium, sale d'incisione e teatri.


Per informazioni chiamaci
dal lunedì al venerdì



Tel. 0522 90.03.21

oppure visita il sito
www.matisinsonorizzazioni.com


progettazione acustica: auditorium di Terni

esempi di progettazione acustica
di Matis Insonorizzazioni

progettazione acustica: una piscina















NEWS

  • Ecobonus 65%, si ha diritto alla detrazione anche se non si inviano i documenti all'Enea
    29/05/2015 – Chi effettua un intervento di riqualificazione energetica e dimentica di inviare la documentazione all’Enea non perde la detrazione fiscale del 65%.   Lo ha deciso la Commissione Tributaria Regionale di Milano con la sentenza 853/2015.   Detrazione 65% e comunicazioni all'Enea Nel caso esaminato, l’Agenzia delle Entrate non aveva riconosciuto ad un contribuente la detrazione del 55% (portata dal 2013 al 65%) sulle spese sostenute per la riqualificazione energetica del suo immobile. Il motivo era la mancata presentazione della ricevuta di invio della documentazione all’Enea.   Di fronte a questa decisione, il contribuente aveva presentato ricorso alla Commissione tributaria provinciale di Milano, che però lo aveva respinto affermando come l’invio della documentazione all’Enea fosse una condizione essenziale per beneficiare la detrazione.   La situazione è stata ribaltata dalla Commissione t..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)
  • Fotovoltaico fino a 20 kW sui tetti, in Gazzetta il Modello Unico
    29/05/2015 – È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 19 maggio 2015 che introduce il modello unico per l’installazione dei piccoli impianti fotovoltaici fino a 20 kW sui tetti degli edifici.   Il nuovo modello, che permetterà la realizzazione e la messa in opera dell’impianto “in due passaggi, potrà essere utilizzato dal 28 novembre 2015, cioè decorsi 180 giorni dall’entrata in vigore del decreto, e semplificherà gli adempimenti a carico degli utenti.   Come funziona il Modello Unico Si può usare il modello unico per la realizzazione, la connessione e la messa in esercizio degli impianti fotovoltaici con le seguenti caratteristiche: - realizzati presso clienti finali già dotati di punti di prelievo attivi in bassa tensione; - aventi potenza non superiore a quella già disponibile in prelievo; - aventi potenza nominale non superiore a 20 Kw, - per i quali sia contestualmente ..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)
  • Vietato frazionare i lavori per realizzarli senza permesso di costruire
    28/05/2015 – Un intervento edilizio non può essere frazionato per eludere le norme sui titoli abilitativi. È il monito dato dalla Cassazione con la sentenza 16622/2015.   Il Caso Il proprietario di un locale aveva realizzato una tettoia di 100 metri quadri presentando una Denuncia di inizio attività (Dia). Successivamente era stata presentata un’altra Dia per la chiusura dei lati.   La tettoia era stata sottoposta a sequestro preventivo motivando la decisione col fatto che l’intervento fosse stato eseguito in zona sismica e in un’area sottoposta a vincolo idrogeologico.   Frazionamento degli interventi edilizi Il Tribunale ordinario in un primo momento aveva annullato il sequestro preventivo. Nei successivi gradi di giudizio, però, la situazione è cambiata.   La Cassazione ha fatto notare che l’intervento comportava in realtà un aumento della volumetria e che sarebbe stato necessario..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)
  • Il mercato immobiliare non residenziale torna a crescere
    29/05/2015 – Dopo sette anni in discesa il mercato immobiliare non residenziale italiano nel 2014 torna a salire con una crescita complessiva del +3%; il settore commerciale cresce del 5,7%, quello produttivo del 3,6%, mentre resta in discesa il mercato del terziario con un  -4,6%.     Questi alcuni dati emersi dal Rapporto Immobiliare non residenziale 2015 realizzato dall’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate in collaborazione con l’Associazione nazionale delle società di leasing, Assilea.   Immobiliare non residenziale: crescita moderata L’agenzia mette in chiaro però che questi dati risentono degli effetti del nuovo regime per le imposte di registro, ipotecaria e catastale in vigore dal 1° gennaio 2014, che ha reso più conveniente rogitare gli acquisti, compiuti a fine 2013, nei primi mesi del 2014. Al netto dell’effetto fiscale, infatti, i settori commerciale, terziario..Continua a leggere su Edilportale.comfonte: http://www.edilportale.com(riproduzione riservata)